SOGNALIBRO: LA NUOVA BIBLIOTE…CAA DELLA SCUOLA PRIMARIA DI MONTEGROSSO

biblioteca CAAArticolo di Serena Lazzaretti, foto di Cristina Terzolo

L’otto maggio la Biblioteca della Scuola Primaria di Montegrosso si è aperta a nuove forme di comunicazione. Grazie al progetto di laurea della tirocinante Sardi Angela, la scuola ha potuto arricchire e rinnovare i libri di lettura dedicati ai propri alunni con nuovi testi in Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA).

L’uso della CAA viene utilizzata nei libri per rendere accessibile la comunicazione e la lettura a tutti i bambini, soprattutto a chi ha difficoltà nell’uso del linguaggio verbale. La Comunicazione aumentativa utilizza sistemi di simboli o di immagini, in cui tutte le figure usate hanno scritta sopra la parola che rappresentano, per renderle più comprensibili: il bambino può così riconoscere e indicare le immagini e l’interlocutore leggere le parole. Il termine “aumentativa” sta ad indicare la continua attenzione a non sostituire ma ad accrescere la comunicazione naturale, utilizzando tutte le competenze dell’individuo e includendo le vocalizzazioni, il linguaggio verbale residuo, i gesti e i segni.

Durante l’anno scolastico insegnanti e alunni sono stati impegnati e coinvolti in questo progetto scegliendo un nome per la biblioteca, catalogando libri già esistenti e creandone altri, ideando slogan, realizzando cartelloni , giochi didattici e un pannello sensoriale con lo scopo di presentare la nuova biblioteca e le sue finalità a tutte le scuole dell’Istituto Comprensivo di Montegrosso e al territorio in cui sono inserite.

Durante l’inaugurazione è stata offerta alle classi la possibilità di realizzare un biglietto per la festa della mamma scritto in questa nuova forma di linguaggio e nel pomeriggio sono state lette alcune storie con i più piccoli.

biblioteca CAA

 I bambini hanno accolto con grande entusiasmo questo progetto, consapevoli che “più libri, più liberi” , contribuendo così ad arricchire il proprio linguaggio comunicativo in vista di un dialogo rispettoso nei confronti delle diversità culturali, sociali e personali.

Un grazie speciale va alla maestra Cima Clizia per aver donato alla biblioteca alcuni libri in CAA scritti e ideati da lei, frutto di pluriennale esperienza e di grande passione.

Informazioni aggiuntive