Progetto Comunicazione Sonora

 La prof. Lucia Torre con i ragazzi durante una lezione di comunicazione sonora

L’offerta formativa della nostra scuola si rinnova e si arricchisce in continuo,  anche grazie all’arrivo di insegnanti nuovi che portano con sé un bagaglio di competenze ed esperienze maturate in altre scuole. E’ così che dal 5 marzo approda alla “Filippo Carretto” la musicoterapia.

 

Ideatrice e referente del progetto “Comunicazione sonora”, autofinanziato dall'Ufficio Scolastico Regionale Piemontese, è la prof. Lucia Torre, psicologa, specialista in musicoterapia e insegnante di pianoforte. 

“Il progetto di comunicazione sonora (musicoterapia) – ci spiega la prof. Torre - consente di valorizzare delle modalità relazionali diverse dalla comunicazione verbale: il linguaggio del corpo, i linguaggi espressivi sonoro, iconico, motorio, che arricchiscono il repertorio comunicativo di tutti e in special modo di coloro che vivono determinate difficoltà.

L’aspetto sonoro-musicale – continua l’insegnante - rappresenta un’esperienza costitutiva imprescindibile per l’essere umano. Fin dalla vita intrauterina egli sperimenta i suoni e cresce immerso costantemente in un universo sonoro non sempre percepito consapevolmente e il suono è uno dei linguaggi più arcaici, pre-verbali, per entrare in relazione con la madre e poi con l’ambiente.

Il laboratorio si propone: di sviluppare un processo di ri-scoperta di competenze sonoro-musicali, che già esistono come potenziale bagaglio esperienziale di ciascuno; di stimolare la percezione di sé, del proprio corpo e del mondo esterno, in un processo di interrelazione fra i vari linguaggi (del suono, del corpo, del movimento, del colore, delle parole), di sviluppo della comunicazione e delle dinamiche relazionali.

Si predilige la dimensione attiva del “fare musica insieme”, attraverso la creatività, la manipolazione sonora, il movimento e i suoni del corpo, utilizzando tecniche di pedagogia musicale attiva mutuate da Orff, Kodaly, Dalcroze, e tecniche musicoterapiche mutuate da Benenzon, Bunt, e Manarolo”.

Il progetto, sperimentato con esiti positivi dalla prof. Torre in altre scuole, si arricchisce alla “Filippo Carretto” grazie alla collaborazione con la prof. Enrica Zorgniotti. L’insegnante di ed. artistica della nostra scuola, sempre aperta a nuovi stimoli, ha infatti inaugurato per l’occasione un laboratorio di attività creative in cui vengono costruiti dagli alunni degli strumenti musicali utilizzando materiali di recupero.

Gli incontri di musicoterapia proseguiranno a classi aperte fino al 7 maggio e troveranno il loro coronamento  in uno spettacolo che unirà la componente musicale e quella coreografica. Al più presto vi comunicheremo sul nostro sito la data dell’evento.

 

Informazioni aggiuntive