"Vite non degne di essere vissute" - LEGGE T4 - 1933

La dottoressa Fasano con gli studenti

Articolo di Antonella Mondo; foto di Antonella Mondo ed Enrica Zorgniotti

Sabato 25 gennaio 2020, anche i nostri ragazzi hanno vissuto in modo speciale la Giornata della memoria. La proiezione di film specifici per ogni classe ed il dibattito guidato dai ragazzi del CCR li  hanno stimolati a riflettere, a fare silenzio, a "considerare che cio' e' stato...perche' non avvenga mai piu'!" Siamo stati lieti di ospitare i Professori Mario Renosio e Nicoletta Fasano (ISRAT di Asti) che hanno saputo coinvolgere  tutti i ragazzi illustrando loro la disumanita' dell'universo concentrazionario.

Il dottor Renosio con gli studenti

A tratti era palpabile la commozione di fronte alle testimonianze dei sopravvissuti. Per le classi seconde l'incontro si e' concentrato sulla ricerca-azione e sul metodo storiografico. Le classi terze, invece, hanno analizzato e "smontato" alcuni luoghi comuni sui Campi di concentramento e  toccato con mano il potere enorme della propaganda per l' organizzazione razionale della macchina di sterminio nazi-fascista. Al termine del dibattito sono emersi alcuni punti forti di riflessione incentrati sui concetti di tolleranza, inclusione, empatia, giustizia...valori indispensabili che devono guidare tutti noi nelle scelte grandi e piccole di tutti i giorni per costruire solide e pacifiche relazioni umane.

L'indifferenza uccide ieri come oggi. Ritengo che tutti insieme abbiamo scritto una bella pagina di educazione civica.


Informazioni aggiuntive