Un saluto speciale ad una insegnante speciale

Gli alunni dela Zandrino salutano la Prof.ssa Bera, prossima alla pensione

testo di Susanna Mazzetti, foto di Paolo Castino

Venerdi 9 giugno il suono della campanella  alla scuola  C. Zandrino di Mombercelli è stato ancora più emozionante

e sentito da tutti gli alunni e  dai docenti perché  ha accompagnato il saluto  alla prof.ssa Bera Graziella che ha raggiunto l’ambito traguardo della pensione.


Con lei abbiamo condiviso  progetti da realizzare, traguardi da raggiungere, momenti di entusiasmo, di sconfitte e anche gioie .

 Il legame è diventato molto forte, spesso di amicizia.  Quando qualcuno lascia la scuola è un momento particolare per tutti: da un lato si è contenti perché la persona cara ha raggiunto un bel traguardo, dall’altro si è tristi perché sappiamo che non la incontreremo più tanto spesso nei corridoi  nelle classi e pensiamo a quanto ci mancherà la sua presenza.
Certo ogni tipo di congedo reca in sé inevitabilmente un po’ di tristezza

 

Cara Graziella, siamo convinti che ci mancherà la tua presenza, la tua puntualità, la tua professionalità, la tua capacità di mediazione, ma soprattutto ci mancherà la tua passione per la scuola e anche….le tue bacchettate!!!.......che tanto ci hanno insegnato!!!

 

Il distacco dalla scuola non dovrà essere per te un momento triste, ma un momento di gioia perché rappresenta non una fine, ma un nuovo inizio, un passaggio verso nuovi stimoli e nuovi interessi da coltivare, interessi che ti auguriamo di vivere con tutto l’entusiasmo che ti ha sempre caratterizzata.


In un suo scritto Cesare Pavese dice: “L’unica gioia al mondo è cominciare. E’ bello vivere, perché vivere è cominciare, sempre, in ogni istante”.

Auguri per un nuovo inizio nella gioia  e nella serenità!

 

                                                                                             I docenti della scuola

Informazioni aggiuntive