Progetto "I giovani per i giovani"

I ragazzi della scuola Zandrino e l’importanza del volontariato

foto dei volontari e degli alunni

testo di  Agnese Pagliarino- 3A e  Filomena Amodeo; foto di  Filippo Romagnolo

Come accade da qualche tempo, anche quest’anno i volontari della Croce Verde  e della Protezione Civile sono venuti alla scuola C. Zandrino di Mombercelli per incontrare noi ragazzi di tutte le classi e approfondire il tema del volontariato.

L’attività fa parte del progetto “I giovani per i giovani” e si è svolta mercoledì pomeriggio 8 marzo; era strutturata in due parti, una tenuta dalla Croce Verde, l’altra dalla Protezione Civile. Lo scopo primari dell’incontro era quello di evidenziare il ruolo del volontariato durante l’emergenza terremoto.
Con filmati e testimonianze i volontari della Croce Verde ci hanno mostrato il duro lavoro per il mantenimento dei campi d’accoglienza per gli sfollati, e l’importanza del volontariato nei momenti di bisogno. Come una grande impresa, i volontari collaborano insieme alle altre associazioni per dare un posto dove stare a chi ha perso tutto o comunque ha troppa paura per rientrare nella propria casa dopo le scosse.
I volontari non hanno solo un ruolo fondamentale nelle attività pratiche, ma sono una spinta a ripartire e ricominciare una vita dignitosa dopo la perdita di persone care e dei propri averi: queste calamità creano disagio anche psicologico ed il ricominciare a fare azioni prima quotidiane diventa una vera e propria conquista.
Non è la prima volta che le situazioni di disagio e di pericolo creano risposte generose, le persone lasciano da parte i propri problemi personali per andare in aiuto di chi ha bisogno.
I volontari della Protezione Civile ci hanno invece spiegato come comportarci durante un terremoto, ci hanno parlato delle emergenze e dei piccoli disagi del territorio, ci hanno detto che anche noi possiamo segnalare problemi e quindi aiutare a risolverli. Inoltre, ci hanno illustrato a grandi linee in che modo si attivano i soccorsi in caso di calamità ed hanno sottolineato  l’importanza di avere un numero cospicuo di persone addestrate e pronte a partire per dare aiuto.
La giornata si è conclusa con un invito ad aderire a queste associazioni per quanto possibile e adoperarsi nell’aiutare gli altri senza pretendere nulla in cambio.

 15/03/17

Informazioni aggiuntive