Musica, arte e spunti per riflettere sul valore di un bene prezioso: l’acqua

Un'immagine dello spettacolo

Foto e articolo di Emanuela Verri

Lo spettacolo ACQUA IN BOCCA, che si è tenuto l’11 e il 12 marzo nella chiesa di Mombercelli, condotto dai musicisti della Fabbrica dei suoni e finanziato dalla Fondazione CRT (Progetto Diderot) ha incantato gli allievi delle scuole ZANDRINO, CARRETTO e MONTICONE.

Il connubio tra musica e disegni creati con la sabbia ha dato vita ad un momento di pura arte e le informazioni del divulgatore scientifico hanno stimolato i ragazzi a riflettere su tanti temi legati al rispetto e all’uso dell’acqua. I ragazzi hanno capito che la riduzione dell’impronta idrica passa attraverso l’acquisizione di uno stile di vita eco-consapevole.

Un'immagine dello spettacolo

I comportamenti virtuosi come chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti, non prolungare le docce oltre il necessario, ecc.., sono importanti, ma è bene sapere che anche le scelte di ciò che compriamo hanno un impatto di primaria importanza sul consumo di acqua “invisibile”, ovvero quella che non ci scorre davanti agli occhi, ma serve a produrre ciò che consumiamo.

Informazioni aggiuntive